letto 3317 volte

Firmate l'Iniziativa dei Cittadini Europei!


Avete la cittadinanza europea? Allora qualunque sia il vostro luogo di residenza, potete firmare ufficialmente l'iniziativa cittadina europea! L'aspettavate da più di un anno...
ma questa è la volta buona!
Gli sforzi realizzati da cittadini e organizzazioni,
provenienti da più di quindici paesi diversi,

sono appena stati ricompensati.

Firmate l'Iniziativa Cittadina Europea

Da quando la Commissione europea ha finalmente accettato la nostra proposta d'iniziativa, il comitato di cittadini ha lavorato sodo con la Commissione per mettere a punto il sistema di raccolta on-line di dichiarazioni di sostegno (firme), nonché il sito basicincome2013.eu, il sito ufficiale, multilingue, della campagna. La quantità di informazioni che richiediamo hanno generato molte domande. Ma abbiamo un motivo legittimo: non si tratta di una mera petizione da firmare su siti come AVAAZ o change.org, che chiedono solo un indirizzo e-mail.

I vostri dati sono al sicuro

er firmare bisogna essere cittadini, nel senso formale del termine, e la firma ha valbasicincome2013.euore ufficiale, quasi come un voto on-line. Siamo perciò sottoposti alle norme giuridiche vigenti in Francia in materia di iniziative cittadine, che ci impongono di chiedere informazioni personali (in particolare un numero di carta d'identità), al fine di garantire la validità delle firme (si noti che questo non è vero per tutti i paesi europei, a seconda della legislazione nazionale vigente). Di conseguenza, il prezzo da pagare per la protezione dei vostri dati è stata una profonda revisione del sistema di raccolta firme. I dati sono codificati e gentilmente ospitati sui server della Commissione Europea. Ma solo un ristretto numero di persone del comitato di citadini-- che si assumono la responsabilità penale di eventuali abusi-- hanno accesso alle chiavi di decrittazione (anch'esse memorizzate in un luogo sicuro...) che permettono di estrarre i dati. E ovviamente, nessun trasferimento di dati è autorizzato.

Obiettivo un milione!

Adesso abbiamo tempo fino al 14 gennaio per raccogliere un milione di firme, raggiungendo una quota minima in almeno 7 paesi dell'UE. In Francia, questa soglia è stabilita a 55.000 firme. Ma ne occorreranno molte di più, per compensare quei paesi dove l'idea del reddito di base non è ancora molto popolare. Sono a disposizione anche moduli cartacei per quelle persone che si sentono a disagio con gli strumenti informatici e che vorrebbero firmare la petizione. Però vorremmo porre la vostra attenzione sulle difficoltà logistiche che questo genera, e vi chiederemo di organizzarvi localmente per conservare al sicuro i moduli firmati.

Aprire il dibattito sul reddito di base

Se l'iniziativa otterrà il successo che prevediamo, la Commissione Europea dovrà esaminare formalmente la richiesta cittadina e proporre agli organizzatori un'audizione davanti il Parlamento Europeo. Ma al di là di questo possibile risultato, “Prima di tutto, l'idea è di avviare un ampio dibattito pubblico intorno al reddito di base e tutte le domande che questa idea pone sulle nostre relazioni con il lavoro, il denaro, il tempo e con la nostra cittadinanza.” sottolinea Stanislas Jourdan, uno dei promotori di questa iniziativa.

Secondo la formulazione dell'iniziativa cittadina europea registrata il 14 novembre 2012 (vedere il testo qui), intitolata «Reddito di base incondizionato (RBI) – Esaminare un percorso per condizioni generiche dello stato sociale atte a promuovere una cittadinanza attiva nell’UE», la nostra richiesta mira principalmente a ottenere che le istituzioni europee mettano all'ordine del giorno la richiesta di un reddito di base, e finanzino gli studi pilota per comprendere le diverse modalità di implementazione a livello europeo.

Raggiungete un gruppo locale!

Numerosi gruppi locali, i cui recapiti sono disponibili sul sito redditodicittadinanza.com, Unitevi anche voi a uno di questi gruppi.

Che aspettate, allora? Firmate e invitate i vostri amici a fare lo stesso! Potete farlo qui!

Informazioni pratiche: Per essere sicuri di non perdere informazioni sulla campagna, non esitate a mettere un «like» alla pagina facebook della iniziativa Per tutte le altre domande a proposito dell'RBI, consigliamo di aprire questa pagina

Credito imagine: Bham_FOE (cc) Remixed by pepie34
Articolo inizialment pubblicato su revenudebase.info e modificato per revenudebase.ch

<<   Next story