Comunicato stampa: I Verdi chiedono un'esperienza pilota della RBI a Ginevra

Comunicato stampa

L'UGUAGLIANZA SI OTTIENE ATTRAVERSO

REDDITO DI BASE INCONDIZIONATO

Il Partito Verde chiede l'istituzione di un progetto pilota per l'introduzione di una RBI nel cantone di Ginevra.

Mentre tre anni fa più di un terzo degli uomini e delle donne di Ginevra ha votato per il reddito di base incondizionato, la Svizzera Verde e BIEN-Svizzera, alla vigilia dello sciopero delle donne del 14 giugno, propone un progetto pilota per Ginevra: il reddito di base incondizionato RBI come strumento centrale per la parità.

La RBI non solo è un ottimo strumento per garantire una migliore ridistribuzione della ricchezza tra la popolazione, uomini e donne, ma permette anche di ripensare completamente il nostro rapporto di lavoro e di valorizzare le attività non retribuite, essenziali per la coesione sociale. La RBI permette così di conciliare meglio la vita professionale, la formazione, la vita familiare, la vita associativa e politica e il tempo libero per tutti. [+]

Le revenu de base inconditionnel, un instrument pour l'égalité des droits

Termine:

La grève des femmes et le revenu de base inconditionnel

A l’approche de la grève des femmes du 14 juin, je repense à la votation de 2016 sur le revenu de base et à la manière dont le Conseil Fédéral a méprisé les femmes : “plusieurs catégories de personnes n’auraient plus de raison financière d’exercer une activité lucrative, notamment les personnes qui gagnent moins de 2500 francs par mois ou à peine plus, c’est-à-dire les travailleurs à bas salaire ou à temps partiel, qui sont majoritairement des femmes.”

Ça vous a choqué autant que moi comme prise de position ? A l’époque ça n’a pas déclenché une grande ferveur féministe et je me demande encore pourquoi.

Pourquoi le rbi renforce l'égalité

Le revenu de base est pour moi un projet féministe, car il favorise la reconnaissance du travail non rémunéré, donne la possibilité de refuser un travail dont les conditions ne nous conviennent pas et offre la liberté de choisir ses activités. Il affranchirait donc beaucoup de femmes (et d’hommes…) en permettant de faire évoluer leurs droits et transformer les rapports de force.

Pour le Conseil Fédéral, les travailleurs à bas salaires et à temps partiel sont majoritairement des femmes et c’est bien ainsi. De quel droit les 7 sages ont-ils pu émettre sur les femmes un avis aussi péremptoire et reléguer ainsi une grande partie de la population dans une sous-catégorie ne méritant pas le revenu de base ou un salaire décent ? [+]

Notre président Ralph Kundig est candidat au Grand Conseil de Genève

Termine:

Notre président Ralph Kundig, est candidat des Verts, liste n°2, pour l'élection du 15 avril 2018 au Grand Conseil à Genève. Les Verts ont soutenu l'initiative fédérale soumise au vote en 2016 et adopté le Revenu de Base Inconditionnel dans leur programme. La candidature de notre président est l'occasion d'introduire l'idée du RBI dans le débat parlementaire.

Ralph Kundig affiche [+]

Perché il reddito di base e Moneta intera sono collegati?

logo Vollgeld

 

Come certamente saprete, il 10 giugno 2018 voteremo sull'iniziativa Moneta intera "Per soldi a prova di crisi: emissione di moneta riservata alla Banca nazionale". Vogliamo perciò presentare questa iniziativa e cosa la lega al reddito di base incondizionato (RBI).​ 

Che abbiate fatto o meno campagna per il reddito di base incondizionato, probabilmente avete sentito questa domanda numerose volte: come finanziare il RBI? Le soluzioni non mancano! Oggi vi proponiamo di esaminare come Moneta intera potrebbe contribuire a questo finanziamento. Ma prima di tutto alcune spiegazioni sul sistema monetario e su cosa sia Moneta intera. [+]

Una persona su quattro ha detto sì al RBI!

L’iniziativa per un Reddito di Base Incondizionato ha ottenuto un 23% di SÌ in tutta la Svizzera, il 19.49% nella Svizzera tedesca, il 28.28% in quella Romanda e il 21,9% nel Canton Ticino. È un risultato più che apprezzabile per un'idea, come il Reddito di Base, che fino a ieri era ancora completamente sconosciuta, per un'iniziativa cui praticamente nessuna forza politica ha dato sostegno e per il profondo cambiamento di paradigma che la proposta implicava.

graphic

In alcune grandi città le percentuali di SÌ sono state abbastanza impressionanti. A volte il consenso si concentrava in alcune zone molto specifiche, come nei quattro qiuartieri centrali di Ginevra (Paquis : 54.65%, Mail-Jonction : 52.88%, Cluse-Roseraie : 51.05% e Prairie-Délice : 50.77%), due quartieri di Zurigo (Kreis 4 e 5 : 54.7%) e il comune vodese di Sarzens (51.43%). [+]

Record da Guinness per il manifesto più grande del mondo

Veduta aerea del manifesto

"What would you do if your income were taken care of?" – Che cosa faresti tu, se il tuo reddito ti fosse garantito?È questa la più grande domanda del mondo che pone il reddito di base incondizionato, iscritta su di un manifesto di 110 x 72 metri. Il manifestoè stato installato sulla piazza di Plainpalais il 14 maggio a Ginevra dal gruppo svizzero per un RBI. Questa realizzazione ha segnatoil record ufficiale del Guinness Book per il manifesto più grande del mondo e l’evento è persino stato riproposto durante mezzora su schermo giagante sulla piazza di Time Square a New York! [+]

Sondaggio RBI : Il 64% degli europei voterebbe a favore, solo il 4% smetterebbe di lavorare

La maggior parte degli europei sostiene l'idea di un “reddito di base” pagato a ogni individuo per soddisfare le sue necessità, stando al primo sondaggio su scala europea dedicato all'argomento. I Governi pagherebbero la stessa somma di denaro a chiunque, che lavori o meno.

Il sondaggio, condotto in aprile dall'agenzia tedesca Dalia Research, è stato il primo su scala continentale dedicato al reddito di base, definito nel sondaggio come “un reddito pagato senza condizioni dal Governo a ogni individuo, a prescindere che lavori o meno e a prescindere da ogni altra forma di reddito .

poll graphic

Dai risultati preliminari emerge che il 58 per cento dei partecipanti era già a conoscenza del principio del reddito di base, e il 64 per cento voterebbe a suo favore in un referendum. [+]

La più grande domanda del mondo, il 14 maggio a Ginevra

Google map Plainpalais

What work would you do, if your income were taken care of?” (Che lavoro fareste, se il vostro reddito fosse garantito?). È la più grande domanda del mondo, affissa sul più grande striscione del mondo che sarà esposto in piazza Plainpalais a Ginevra, la piazza più grande della Svizzera e la base del prossimo flash-mob dei militanti RBI. [+]

Robert Reich : senza reddito di base non si andrà avanti

L’economista ed ex-ministro del lavoro Robert Reich è favorevole all'iniziativa svizzera, che considera vincente e quello che deve fare con robot.

Robert Reich
Le probabilità di ascensione sociale è dimezzato – Robert Reich (16 gennaio 2014).

Michael Soukup intervista Robert Reich

Lei è un illustre sostenitore del reddito di base, su cui la Svizzera voterà a Giugno. Perché ?

Presto o tardi, il reddito di base sarà una necessità, semplicemente perché non abbiamo alternative. Sempre di più, il progresso tecnico fa sparire i migliori posti di lavoro. L'economista inglese John Maynard Keynes disse nel 1928 che, grazie al progresso tecnico, nel 2028 nessuno sarebbe stato più costretto a lavorare per garantirsi da vivere.

Ma non lavoriamo più che mai, invece ? [+]

Un progetto pilota del RBI a Losanna!

Panorama de Lausanne

« Si è già sentita l’inevitabile obiezione “Ogni lavoro merita un salario, ma ogni salario merita un lavoro” . La proposta di un laboratorio losannese di prova sul RBI è comunque riuscita a farsi strada. L’idea: “studiare l'effetto che un reddito di base avrebbe su un campione di popolazione che già riceve denaro dallo Stato”, ha spiegato Léonore Porchet. Lo scopo era di “vedere quali sono le condizioni che sostengono, o al contrario scoraggiano, gli sforzi delle persone che beneficiano di aiuti sociali nella loro ricerca di attività remunerata », ha proseguito.

Il consiglio comunale di Losanna ha accettato la proposta del nostro amico e collega militante, il consigliere comunale Laurent Rebeaud, verde vodese. La Municipalità dovrà inserire un progetto-pilota di testare il reddito di base incondizionato (RBI). Léonore Porchet, presidente dei Verdi losannesi, ha brillantemente difeso la proposta davanti al consiglio comunale ed è riuscita a far sentire la sua voce. La sperimentazione è prevista su un campione di persone che già ricevono le prestazioni sociali. Esperienze analoghe sono d'altronde previste anche altrove nel mondo, come in Olanda o in Finlandia.

Condividi contenuti