letto 2539 volte

Al 98% degli Svizzeri piace lavorare!

Termine:
Foto: Samuel Asunscion

Foto: Samuel Asunscion

Al 98% degli Svizzeri piace lavorare!

          Se il reddito di base incondizionato (RBI) fosse votato dalla popolazione, solo il 2% degli Svizzeri smetterebbe di lavorare, e solo l'8% prenderebbe in considerazione la possibilità a seconda delle circostanze.

Risultati sondaggio DemoSCOPE

Cara amica, Caro amico,

La campagna è iniziata ! Mercoledì 27 Gennaio 2016, una flotta dorata ha portato nella nostra capitale federale i risultati del primo sondaggio rappresentativo, che rivelano come il 98% degli Svizzeri continuerebbero a lavorare anche con il RBI. Il nuovo sito web initiative-revenudebase.ch è stato lanciato appositamente per la votazione e completa la nostra rete di comunicazione. Parlatene tra di voi, partecipate alla campagna per questo voto storico – e soprattutto, non dimenticate di votare SÌ il 5 Giugno 2016!

Riepilogo:

Buona lettura!

È confermato : voteremo il 5 giugno 2016

crowdfunding

Il 27 gennaio 2016, il Consiglio federale ha comunicato l'oggetto delle votazioni del 5 giugno 2016 e l'iniziativa per un R.B.I. sarà nel programma. La campagna è dunque ufficialmente iniziata!

Le reti di sostegno si organizzano e ricevono sempre più persone entusiaste all'idea di partecipare a questa storica campagna. Anche il nostro budget, indispensabile per finanziare il materiale di comunicazione e le nostre azioni sul campo, cresce grazie al vostro impegno. Ogni donazione conta, da quella mensile di 5 Franchi di Duccio a quella di 10.000 franchi fatta da Clemente! Non si dice forse che i grandi fiumi nascono da piccoli ruscelli?

A oggi, il successo della votazione è ancora molto incerto, perché tropppe persone ignorano ancora l'argomento. Queste persone, per giunta, sono vulnerabili alla disinformazione dei soggetti ostili alle libertà individuali. La nostra sfida è di arrivare al punto che la popolazione riceva un'informazione il più oggettiva possibile. Chiunque può contribuire, al riguardo: parlandone tra voi, inviando alla vostra cerchia di amici l’email di informazione che abbiamo redatto, condividendo le informazioni della nostra pagina facebook e invitando la vostra cerchia di amici a cliccare su « Mi piace » ,collaborando alle nostre azioni e prendendo parte al finanziamento partecipativo della campagna (premendo il pulsante in fondo alla newsletter).

Primo sondaggio rappresentativo sul RBI

Umano powerpoint Bern. Foto: Generation-Grundeinkommen

Mercoledì 27 gennaio, in occasione della comunicazione della data del voto, una Flotta dorata in sostegno al reddito di base si è recata a Berna. Gli attivisti sono arrivati su biciclette, risciò, una macchina Tesla e tricicli per bambini, tutti dorati per l’occasione. Hanno rivelato le percentuali del sondaggio commissionato dall’istituto Demoscope Research & Marketing. Questo sondaggio era stato effettuato su un campione di elettori nell'ottobre 2015.

Un PowerPoint umano ha inoltre pubblicato delle cifre che demolivano uno degli argomenti preferiti dai detrattori dell’iniziativa: la pigrizia. Ci credereste ? Se fosse erogato un reddito di base, solo il 2% dei soggetti intervistati smetterebbe di lavorare! Appena l'8% prenderebbe in considerazione l'idea. E soprattutto, il 67% degli intervistati ritiene che il reddito di base avrebbe il vantaggio di eliminare le grandi paure esistenziali che preoccupano gran parte di noi.

È nato un sito web per la campagna

Coltello svizzero nel cielo del Cervino

La campagna svizzera per il RBI ha lanciato un nuovo sito web dedicato esclusivamente all'iniziativa e alla votazione: initiative-revenudebase.ch. Grazie a un'interfaccia grafica moderna e attraente, presenta l'informazione essenziale sul reddito di base, l’iniziativa, l'argomento di base e le diverse reti svizzere di sostegno

Il sito per l'iniziativa si articola in quattro lingue: FR, DE, IT, EN. Permette ai cittadini svizzeri, e al resto del mondo, di informarsi e di sostenere l'iniziativa. Vi si può accedere anche dall'URL rbi2016.ch più corto e quindi pià facile da ricordare e condividere. Potete copiare questo indirizzo nelle vostre e-mail, messaggi sulle reti sociali e siti web, se volete contribuire alla visibilità del sito nei motori di ricerca.

Davos: i robot sostituiranno gli umani?

Foto: Samuel Asuncion

La 46e edizione del World Economic Forum si è chiusa il 23 gennaio. Al cuore del dibattito, le minacce poste dalla 4a rivoluzione industriale sull'occupazione. L'economista del MIT Erik Brynjolfsson ha sottolineato che “ci dirigiamo verso un mondo dove ci sarenno molte più ricchezze e molto meno lavoro". L’Università ha pubblicato uno studio che rivela come il 47% dei posti di lavor negli Stati Uniti potrebero essere sostituiti dall'automazione da qui a venti anni. Un altro studio pubblicato del WEF mostra che l'intelligenza artificiale distruggerà 7,1 milioni di posti di lavoro nei prossimi cinque anni nelle 15 principali economie del mondo, contro solo 2 milioni di nuovi posti creati.

Per illustrare la stretta correlazione tra i progressi spettacolari nei metodi di produzione e la necessità di un RBI, Generation-Grundeinkommen ha realizzato un'azione mediatica davanti al WEP a Davos con un simpatico robot che, a passo di danza, si è invitato al ballo dei grandi del mondo. Hanno così mostrato che condividendo la ricchezza con un RBI, non potremo che rallegrarci dello sviluppo della robotica, che permetterà all'essere umano di consacrarsi a scopi più nobili.

Io voglio sostenere il RBI durante la storica votazione del 5 giugno 2016

PayPal - soluzione di pagamento online più semplice e più sicuro!