letto 461 volte

Reddito di base: oltre la grande confusione

Termine:

Considerare l'RBI in termini economici significa pensare oltre ai "soldi degli elicotteri", è la riforma che è essenziale.

Helicopter
Foto : Jean-Marc (CC)

Nel suo articolo, Jean-Daniel Delley (DP 2289) ha evidenziato che l’idea di un reddito di base incondizionato (RBI) è tornata d’attualità con la crisi economica e sociale conseguente alla pandemia. Questa ha messo in risalto la necessità di un reddito minimo per tutti. 

Purtroppo, la confusione sul concetto di RBI è grande quanto i pregiudizi e la resistenza a un'innovazione economica e sociale certo radicale.  Il RBI non è una riforma della sicurezza sociale.

Il RBI si situa a monte della ridistribuzione dei redditi percepiti dai lavoratori e dai detentori di capitale: riguarda la "ripartizione primaria", o "ripartizione del reddito primario", ed è quindi una riforma del sistema economico.

Il valore aggiunto netto creato nel processo di produzione di beni e servizi è attualmente ripartito fra i salariati (405 miliardi di Fr.) e i detentori di capitale (123 miliardi). Il RBI introduce una nuova componente di questa ripartizione primaria: una parte del valore è ripartita incondizionatamente a tutti, mentre la parte rimanente (la più grande) è ripartita come oggi fra lavoro e capitale per mantenere gli incentivi al lavoro e all'investimento del risparmio.

Il sistema è quindi efficiente 

La sicurezza sociale - redditi di sostituzione o di complemento del reddito da lavoro - è toccata indirettamente, secondo il livello del RBI: gli assegni per i figli, di formazione, l’aiuto sociale, la parte delle PC-AVS/AI che garantisce un reddito minimo saranno meno necessari o inutili se il RBI è sufficientemente elevato.

Invece, l'assicurazione contro la disoccupazione coprirà sempre la perdita di salario, l'assicurazione malattia i costi delle cure, e le prestazioni in natura non saranno toccate...

Per i beneficiari di rendite AVS (e AI) il miglioramento potrebbe essere importante. Se il livello del RBI per gli adulti fosse pari alla rendita massima AVS (2'370 Fr./mese), l'AVS sarebbe sostituita dal RBI in modo vantaggioso per i pensionati, poiché solo una parte di loro riceve ora la rendita massima. Si potrà andare in pensione quando si vuole, con 2'370 Fr./mese.

Se l'importo del RBI per i minorenni fosse di 969 Fr/mese (l'equivalente del "costo del figlio" secondo le PC), gli assegni per i figli sarebbero rimpiazzati dal RBI con grande vantaggio per le famiglie.

A questi livelli, l’importo totale annuo del RBI per una popolazione di 7 milioni di adulti e 1,6 milioni di minorenni sarebbe considerevole: 218 miliardi, cioè il 31,6% del PIL, o il 41,3% del valore aggiunto netto.

Riforma fondamentale contro i "helicopter money"

Come si può finanziare una tale spesa? La domanda è posta male. Nessuno si chiede come si possano finanziare i salari e i dividendi: ovviamente con la ripartizione primaria del valore monetario dei beni e dei servizi prodotti!

Se una parte di questo valore viene prima ripartita come RBI, le altre due retribuzioni saranno ridotte del medesimo importo. Il saldo, per le famiglie a medio e basso reddito, è decisamente positivo.

Il RBI non è quindi una forma di "Helicopter Money" transitoria per affrontare una crisi congiunturale: è un nuovo paradigma della ripartizione primaria del reddito.

Non scoraggerà la disponibilità a un lavoro correttamente retribuito, perché tutti, salvo chi predilige stili di vita "alternativi", vogliono migliorare il loro tenore di vita tramite un reddito aggiuntivo al RBI. 

Il RBI è un'innovazione per ridurre le disuguaglianze, garantire a tutti la sicurezza di un reddito minimo, mitigare gli effetti negativi della digitalizzazione (AI, robotica, Gig Economy), rendere più libera la scelta del lavoro, rafforzare il potere contrattuale dei lavoratori. È “la riforma" per il 21° secolo...

 

Autore: Martino Rossi, economista ed ex responsabile dell'azione sociale in Ticino

Fonte: DOMAINE PUBLIC

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <u> <strong> <cite> <code> <h3> <h4> <h5> <h6> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <p> <br> <style> <img>
  • Puoi citare altri posts usando i tags [quote].
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.
randomness