Home

Dossier di ARTIAS : Il reddito di base incondizionato, la sicurezza sociale del 21esimo secolo

Logo ARTIAS

L'Associazione romanda e ticinese delle istituzioni di azione sociale (ARTIAS) ha pubblicato in luglio un dossier preparato da Ralph Kundig, presidente di BIEN-CH : «Il reddito di base incondizionato, la sicurezza sociale del 21esimo secolo». (20 pagine, en francese)

Riassunto: [+]

Finlandia: il partito centrista, favorevole al reddito di base, vince le elezioni

Il Partito di Centro, che sostiene il Reddito di Base, diventerà la formazione politica più influente nel parlamento finlandese, dopo aver vinto le elezioni domenica scorsa.

Juha-Sipila, Partito di Centro
Juha-Sipilä, Partito di Centro.

I finlandesi avevano un appuntamento elettorale, la scorsa domenica, per rinnovare il loro parlamento. Era un voto atteso da tutta la comunità mondiale per il reddito di base, visto che quasi il 65% dei candidati si era pronunciato in suo favore, soprattutto i candidati ecologisti (99%), quelli dell'alleanza di sinistra (95%) e i centristi (83%).

La campagna nazionale per l'iniziativa del reddito di base è lanciata

Termine:

Membri fondatori della Campagna nazionale per l’RBI
Membri fondatori della Campagna nazionale per l’RBI. Da sinistra a destra: Ralph Kundig, Ägidius Jung, Charly Pache, Markus Hartl, Marianne Hubmann, Laurent Rebeaud, Gabriel Barta, Daniel Wittig et Gian Linard Nicolay.

Dato che le camere parlamentari stanno attualmente trattando l’iniziativa e che le elezioni federali così come la votazione per l’iniziativa si stanno avvicinando, la necessità di un’organizzazione a livello nazionale si è fatta sentire. È dunque appena stata lanciata a Zurigo l’associazione Campagna nazionale per il reddito di base incondizionato. Quest’ultima ha come scopo di rispondere a diverse esigenze, tra cui facilitare la collaborazione tra le differenti persone o network implicati nella campagna, favorire la coerenza della nostra comunicazione e di raccogliere i fondi necessari.. [+]

60 % di francesi è favorevole al reddito di base

DOMANDA : Siete favorevoli all'implementazione di un reddito di base, garantito a tutti i cittadini, che sostituisse la maggioranza dei benefit esistenti?

A questa domanda, che è stata posta loro in un sondaggio IFOP realizzato questo mese (Istituto Francese d’Opinione Pubblica - FR), quasi due terzi dei francesi si dicono favorevoli alla creazione di un reddito di base incondizionato che sostituirebbe la maggior parte delle prestazioni sociali esistenti. 16% degli intervistati si mostrano ampiamente favorevoli e il 44% abbastanza favorevoli. Sono i simpatizzanti della sinistra che accolgono con maggior entusiasmo quest’idea, mentre a destra essa Ë sostenuta da una buona metà delle persone interrogate.

Sondaggio IFOP [+]

Il comunicato stampa sul reddito di base e l’iniziativa

Un nuovo comunicato stampa (FR) sul reddito di base e l’iniziativa è appena stato pubblicato da Génération-RBI, il gruppo romando di sostegno all’iniziativa federale. Illustrato da numerose immagini, esso raggruppa le principali informazioni attuali sul reddito di base, sull’iniziativa federale e sui gruppi di sostegno ed è destinato a una larga diffusione ai media, agli esponenti politici e ad ogni organizzazione interessata a tali temi.

AG image

«Ma chi vorrà ancora lavorare?» è spesso la prima domanda che ci si pone. A questo interrogativo gli iniziativisti rispondono che «i soldi non sono la principale motivazione al lavoro. In primo luogo lavoriamo perché ci piace essere attivi, sentirci utili, progredire. Lo si constata bene presso i pensionati e beneficiari di rendite, i quali continuano ad occuparsi, oppure nel caso del volontariato. Con lo sviluppo della robotica e dell’economia collaborativa, la questione non è più tanto di sapere chi vuole ancora lavorare, bensì come l’attività remunerata disponibile verrà suddivisa.». — Estratto dal modello d’articolo del comunicato stampa.

Sommario: [+]

Condividi contenuti